Skip to main content
Sfruttare la BI per la gestione efficace delle manutenzioni

Sfruttare la B.I. per una gestione efficace delle manutenzioni

La cura dei tuoi macchinari e impianti passa attraverso l’analisi di ciò che succede in stabilimento e quindi dei dati che raccogli.

Ciononostante, “Business Intelligence” (BI) e “manutenzione dei macchinari” sono due termini che solo a volte vediamo accostati. Eppure, non dovrebbe essere così strano: d’altra parte, per gestire meglio le manutenzioni hai bisogno di dati e… dei giusti strumenti per interpretarli.

Partiamo, quindi, dall’inizio: cosa ti serve per avere le manutenzioni sotto controllo?

I KPI della manutenzione

Che nel tuo stabilimento ci siano decine di macchine o solo poche unità, è comunque importante avere preventivamente un’idea di quando sarà necessario manutenerle. Pianificare le manutenzioni e farle quando è effettivamente necessario, è cruciale per evitare fermi improvvisi e/o in eccesso.

È qui che entrano in gioco gli indicatori di performance (KPI) della manutenzione, che ti permettono:

  • inizialmente, di raccogliere i dati che ti consentiranno di determinare gli indici relativi ai valori di riferimento;
  • in un secondo momento, di sfruttare questi valori per efficientare le tue attività, in particolar modo per pianificare meglio le manutenzioni.

Ecco, allora, quali indicatori dovresti monitorare:

  • MTTF (Mean Time To Failure): tempo medio di utilizzo di un certo componente prima che si verifichi un guasto;
  • MTBF (Mean Time Between Failures): tempo medio che intercorre tra un guasto e l’altro;
  • MTTR (Mean Time To Repair): tempo medio di riparazione in seguito a un guasto;
  • MTTD (Mean Time To Detect): tempo medio per la rilevazione di un guasto;
  • MDT (Mean Down Time): tempo medio del fermo macchina.

Sono dati che puoi, in genere, raccogliere tramite sistemi come il CMMS (Computerized Maintenance Management System) e, soprattutto, il MES (Manufacturing Execution System).

Tramite quest’ultimo, in particolare, puoi monitorare non solo il tempo di utilizzo, ma anche i parametri delle macchine e degli impianti. Ciò fa sì che i tuoi indici di manutenzione siano calati precisamente sulla tua realtà e sulla situazione del momento (alto o basso carico di lavoro, tipologia di utensili differente, condizioni di utilizzo particolari, ecc.).

 

Per approfondire, puoi leggere i nostri articoli sul tema:

Gestione della manutenzione: come e perché affidarsi a un sistema MES

Sei un responsabile di manutenzione? Ecco come ottenere il massimo dal MES

 

Una volta ottenuti i dati, puoi ricavarne informazioni strategiche analizzandoli con la BI.

L’importanza strategica della BI nella pianificazione delle manutenzioni

Se conosci e usi un tool di BI, saprai che puoi raccogliere dati molto diversi, provenienti da molteplici fonti. Di base, se hai un sistema MES puoi già certamente collegarlo alla BI per monitorare l’output e l’efficienza della tua produzione (OEE).

Sarebbe utile sapere quanto impattano i fermi macchina sull’efficienza, giusto? E qual è la ripercussione sul budget?

Puoi scoprirlo incrociando i dati sull’OEE con i KPI visti sopra. In particolare, con il MTBF puoi capire ogni quanto tempo dovrai affrontare un fermo, mentre con il MTTR avrai l’indicazione della durata prevista del fermo.

I KPI ti tornano utili anche in fase di pianificazione. Puoi sfruttarli, infatti, per programmare le attività tenendo conto dei tempi di fermo e/o sapendo che in un certo periodo sarà necessario manutenere il macchinario. In base a questo, inoltre, potrai prevedere di spostare le lavorazioni su una macchina “di riserva” o, se non ce l’hai, di rimandarle per il tempo necessario a ripristinare le normali funzionalità.

Infine, potrai stimare correttamente l’impatto che hanno le manutenzioni sulle tue consegne e, quindi, sul rapporto con i tuoi clienti.

Perché usare la BI per gestire la manutenzione delle macchine?

Gli strumenti di BI non sono semplici “visualizzatori” di dati. Certo, ti danno una rappresentazione visiva intuitiva, con schemi e grafici essenziali per interpretarli a colpo d’occhio… ma possono fare molto di più!

Per esempio, la BI può aiutarti a trovare correlazioni nascoste tra i dati, portando alla luce rapporti di causa-effetto altrimenti impossibili da individuare.

Immagina di aver registrato, nel tempo, tutti i fermi di un certo macchinario. Una parte di questi sono dovuti a guasti: ma perché si sono verificati?

Analizzando i parametri macchina con la BI e incrociandoli con i dati sui guasti, puoi ricostruire la storia del macchinario e scoprire, ad esempio, che…

  • un determinato componente si danneggia quando raggiunge una certa temperatura;
  • un certo utensile costringe la macchina a un maggiore sforzo e, quindi, a una maggiore usura;
  • la materia prima acquistata dal nuovo fornitore ha caratteristiche diverse rispetto a quella precedente e il macchinario fatica a lavorarla.

Già conoscendo queste casistiche puoi fornire ai tuoi manutentori informazioni utili per conoscere meglio i macchinari e operare con maggiore consapevolezza. Se, però, vuoi fare un ulteriore salto di qualità, puoi sfruttare questi dati per programmare le manutenzioni in base ai parametri macchina.

Ciò potrebbe essere anche d’aiuto per il tuo team di manutenzione, in quanto potrai avere le situazioni di maggiore difficoltà sott’occhio e comportarti di conseguenza con la pianificazione degli interventi.

In conclusione

La BI può dare il suo contributo anche in un ambito di nicchia come la manutenzione, suggerendoti come e dove intervenire. Di fatto, ti permette di esplorare quanto è avvenuto su macchine e reparti e, quindi, dedurre ciò che è più conveniente a livello sia di pianifica delle manutenzioni, sia di parametri e settaggi per la produzione.

Un suo utilizzo potrà addirittura diventare imprescindibile nel caso tu abbia molte macchine da monitorare, oppure se operi in contesti critici, in cui i fermi macchina devono essere assolutamente minimi.

Quel che è certo è che, se hai a disposizione i dati, sarebbe un’occasione sprecata non utilizzarli per ottimizzare la gestione delle tue manutenzioni. E, se desideri implementare un progetto di questo tipo, sai che puoi contare su di noi. Da anni affianchiamo le aziende nel miglioramento dei processi in ambito produttivo e l’integrazione tra MES e BI ne è uno dei fondamenti.

Fissa un appuntamento con i nostri esperti e scopri come sfruttare i dati per una gestione efficiente delle manutenzioni!

Tag: gestione produzione, pianificazione produzione

Scopri come far crescere il tuo business con una migliore organizzazione aziendale

Richiedi subito un'analisi gratuita per il tuo progetto

Link Management S.r.l. | Sede centrale: Via San Francesco, 32 - 35010 Limena (Padova) - Italy | Ufficio: Via Zanica, 19K - 24050 Grassobbio (Bergamo) Italy | Tel. 049 8848336 | Email: info@linkmanagement.it | P.I. 03602470282 | REA: PD - 322672 | Cap. Soc. I.V. € 100.000 | Admin | fatto da Agenzia di Marketing Vicenza | Mappa del sito | Privacy Policy | Cookie Policy