• Home
  • Blog
  • ETO, Engineer To Order: quando e perché usare un software APS (modello produttivo 4 di 4)
ETO: quando e perché usare un software APS

ETO, Engineer To Order: quando e perché usare un software APS (modello produttivo 4 di 4)

Concludiamo, con questo articolo, la nostra carrellata dei modelli produttivi presenti nelle aziende e delle specifiche applicazioni dei software APS (Advanced Planning and Scheduling).

Negli articoli precedenti abbiamo analizzato:

Oggi, quindi, parliamo del modello Engineer To Order (ETO), ovvero della progettazione di un prodotto sulla base dell’ordine cliente.

Cosa si intende per ETO (Engineer To Order)?

Un’azienda che lavora con sistema ETO realizza prodotti estremamente personalizzati, al punto da progettarli e svilupparli su misura per il cliente.

Schema ETO - Engineer To Order

A differenza dell’MTO, quindi, non si tratta di prodotti già “a catalogo” che vengono personalizzati secondo una serie di combinazioni prestabilite. Nell’ETO la personalizzazione può essere anche molto spinta perché è il cliente stesso che, in affiancamento al reparto tecnico, definisce caratteristiche e funzionalità del prodotto fin dalla sua genesi.

Un esempio può essere la realizzazione di una nave da crociera. Nella progettazione si considereranno dimensioni, numero di passeggeri, numero di ponti, negozi e servizi, ecc. In base a questi dati, specificati dal cliente, verrà sviluppato un progetto su misura, di volta in volta diverso a seconda della commessa.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’ETO?

L’Engineer To Order è un metodo di produzione su commessa e segue, perciò, una logica di tipo pull. Ciò significa che è l’ordine del cliente ad innescare il processo di produzione che, in questo caso, parte dalla progettazione.

La conseguenza è che i tempi di realizzazione sono in genere piuttosto lunghi: solo una volta definito il progetto, infatti, si procederà con l’acquisto dei materiali e la produzione effettiva.

Un altro svantaggio, lato cliente, è quello dei costi che, per ovvie ragioni (progetto su misura, produzione in piccole quantità, ecc.), saranno molto elevati.

In compenso, il prodotto finale risponderà esattamente alle necessità del cliente, che fin dall’inizio verrà attivamente coinvolto in ogni fase del progetto.

Inoltre, per l’azienda produttrice si ridurranno al minimo gli sprechi, in quanto potrà produrre solo ciò che effettivamente venderà. E, a livello di scorte, rifornirsi solo di materiali di largo consumo, utilizzabili su diversi progetti (ad esempio, ferramenta, lamiere, guarnizioni, ecc.).

Usare un software APS per pianificare la produzione Engineer To Order

Vediamo ora come un sistema APS può portare un importante contributo nella pianificazione della produzione ETO.

Come abbiamo detto, ogni commessa è un progetto a sé stante che parte dall’ideazione del prodotto. Come puoi, allora, fornire un preventivo accurato al cliente e stimare i tempi di consegna?

In questa attività possono aiutarti i software APS per:

  • calcolare i tempi necessari per la progettazione da parte dell’ufficio tecnico;
  • prevedere i carichi di lavoro da assegnare a macchine e persone in produzione;
  • valutare i tempi (e conseguenti costi) di approvvigionamento dei materiali.

Fin dalla fase di offerta, quindi, potrai contare su una valutazione molto accurata, così da evitare (quanto più possibile) revisioni in corso d’opera.

Pianificazione della progettazione, oltre che della produzione

Una volta dato il via al progetto, è fondamentale seguire una tabella di marcia che consenta di rispettare i tempi previsti.

Nell’ETO il punto di partenza è l’ufficio tecnico in cui, in genere, si concentra la maggior parte delle complessità. Anche i progettisti hanno dei carichi di lavoro da gestire e, per distribuirli in modo ottimale, puoi usare un software APS.

Proprio come succede per un centro di lavoro in produzione, nel sistema avrai tutte le informazioni relative al progettista:

  • la disponibilità (Es: Quante ore di lavoro? Sono già riservate per altri progetti?);
  • le competenze per svolgere determinate mansioni (Es: Sa usare il software specifico?);
  • la presenza di vincoli che possono bloccare il flusso delle attività (Es: Serve una certa documentazione per proseguire il progetto? Diverse parti del prodotto vanno progettate in una determinata sequenza?).

Un sistema APS ti consente di incrociare tutti questi dati e formulare il piano di progettazione più idoneo. Inoltre, in caso di imprevisti e revisioni, potrai simulare gli scenari alternativi e mettere in atto quello più appropriato.

Ovviamente, tutto ciò vale anche per la produzione: verificare la disponibilità e l’impiego dei materiali, conoscere la disponibilità di macchine e maestranze, pianificare la sequenza delle fasi di lavoro. Sono tutte informazioni che l’APS ti consente di analizzare per definire il tuo piano di commessa ideale.

Altri modelli di produzione e sistemi misti

Si conclude qui la nostra esplorazione dei diversi modelli produttivi aziendali. Sebbene l’ETO sia forse la strategia più singolare, può talvolta essere presente anche in combinazione alle altre.

Ad esempio, un’azienda che produce macchine agricole potrebbe adottare abitualmente un approccio ATO. Su richiesta, però, potrebbe “trasformarsi” in ETO e sviluppare un nuovo macchinario specifico per un certo tipo di coltivazione o di terreno.

Ci sono spesso, quindi, casi di aziende che adottano un modello ibrido, e forse anche la tua è tra queste.

Per saperne di più sull’applicazione dei sistemi APS negli altri tipi di azienda, puoi consultare gli altri articoli della serie:

Tag: pianificazione produzione schedulatore produzione software APS

Scopri come far crescere il tuo business con una migliore organizzazione aziendale

Richiedi subito un'analisi gratuita per il tuo progetto

Link Management S.r.l. | Via San Francesco, 32 - 35010 Limena (Padova) - Italy | Tel. +39 049 884 83 36 | Email: info@linkmanagement.it | P.I. 03602470282 | REA: PD - 322672 | Cap. Soc. I.V. € 70.000 | Admin | by Evisole Web Agency | Mappa del sito‎ | Privacy Policy | Cookie Policy